Le forniture degli Enti pubblici per plantari e calzature gratuite, spettano alle persone che hanno un’invalidità, riconosciuta o in attesa di riconoscimento, di almeno il 33% per la patologia per cui è stato richiesto il presidio. Ed in oltre, ai minori di anni 18 che necessitano di intervento di prevenzione, cura e riabilitazione di una invalidità permanente.

 

 

 

IMPEGNATIVA DEL MEDICO CURANTE

Per una visita: fisiatrica, ortopedica, neurologica, diabetologica etc. 

VISITA DAL MEDICO SPECIALISTA

1) Per la fornitura serve una prescrizione del presidio richiesto, rilasciata da un Medico specialista (fisiatra, ortopedico, neurologo, diabetologo etc.) facente parte di una struttura PUBBLICA (non solo convenzionata), su apposito modulo denominato allegato 1. Il Medico dovrà apporre il timbro della struttura e il proprio timbro e firma (in mancanza di timbro il nome del Medico deve essere leggibile)

2) Fotocopia del certificato di invalidità Modello 102 con diagnosi (no Omissis), se già rilasciato, o della domanda di invalidità con copia della ricevuta di ritorno della raccomandata a dimostrazione che la domanda è stata inoltrata;

3) Fotocopia del foglio SAU (scelta del medico di famiglia)

4) Codice fiscale

AUTORIZZAZIONE

L’UFFICIO PROTESI rilascia, dopo un certo periodo, l’autorizzazione alla fornitura del presidio. La suddetta autorizzazione va consegnata all’Officina ortopedica che provvederà a fabbricare e consegnare il presidio (o a sceglierlo e a consegnarlo se trattasi di prodotto già pronto).

COLLAUDO

Alla consegna del presidio, l’Officina restituisce l’autorizzazione all’Assistito, che firmerà per ricevuta, il quale dovrà far verificare al Medico prescrittore che il presidio corrisponda alla prescrizione. In caso positivo, il Medico apporrà firma e timbro per collaudo avvenuto.

RICONSEGNA DEL MODULO

L’Assistito restituirà l’autorizzazione collaudata all’Officina che provvederà ad emettere fattura alla ASL in caso di mancata consegna del collaudo in negozio, l’assistito sarà tenuto a rimborsare il servizio sanitario per l’intero importo della fornitura.